National Trophy 600: Saltarelli si conferma 6° assoluto – Articolo di Alex Ricci

Campagnano (RM), 16-17-18 ottobre:

E’ iniziato dalle Q1 il week-end di Vallelunga per Simone Saltarelli #121 che non ha preso parte alle prove libere del venerdì dove solo diciassette piloti su trentanove della categoria National Trophy 600 sono scesi in pista, evitando complicazioni per questo ultimo round stagionale, a causa di una pioggia che nulla di buono faceva intuire.

1’42.687 è stato poi il rilevamento cronometrico delle qualifiche del pomeriggio quando, cessato il temporale da un paio d’ore, l’asfalto non del tutto asciutto del “Piero Taruffi” era andato migliorando consentendo l’uso delle DUNLOP “INTAGLIATE”. Con una pista decisamente asciutta durante la qualifica del sabato Simone, in sella alla Kawasaki Ninja del team Green Speed, ha realizzato una prestazione ampiamente da top-ten, girando in 1’41.432 e aggiudicandosi la settima posizione in griglia.

Partito forte allo spegnimento del semaforo, si è subito lanciato all’inseguimento dei primi. Ma se nel trio di testa ingaggiavano una lotta serrata per la vittoria, non è stata da meno la battaglia in cui Saltarelli e altri quattro piloti si sono giocati il quarto posto. Girando su tempi da qualifica in 1’40.876, ha conquistato un piazzamento “avaro” (solo ottavo), visto il livello della prestazione. Più bella ed ariosa la prova di domenica per il pilota di Bomporto, anche se la seconda manche è stata interrotta con l’esposizione di bandiera rossa dopo appena una tornata, per la caduta del leader della classifica Armando Pontone. Tutto da rifare, ma con un giro in meno da percorrere, una volta riposizionata la griglia, “Jumping Jet” è stato lesto anche nella ripartenza attaccando subito i piloti che lo precedevano.

Nel non facile compito di mantenere il passo imposto dal treno di testa, Simone ha fatto tesoro di quanto vissuto in Gara1 ed ha corso una manche molto più brillante. Dopo una serie di sorpassi, solo una noia al cambio a due giri dalla fine non gli ha permesso di puntare al podio, passando sesto sotto la bandiera a scacchi. Nonostante ciò, 1’40.351 è stato il suo giro più veloce in gara ed in tutto il fine settimana.

Il talento che questo ragazzo esprime è ancora da modellare, ma emerge con punte di un carattere che, per quanto visto in questa stagione, continua a mostrare la determinazione di chi vuole arrivare a giocarsi qualcosa di importante. Il titolo che si assegnava in questo round è andato a Roberto Farinelli, costante e veloce tutto l’anno anche sul bagnato, ma Saltarelli si è confermato sesto in classifica generale. Un risultato da incorniciare, per tornare ancora più forti nel 2021.

ARTICOLO di Alex Ricci